Non sei registrato? Clicca qui

Hai dimenticato la password?

x
OMG

Discover OMGCloud. Un cantiere sempre aperto.

OMGcloud è un divulgatore di contenuti e un incubatore di idee e di progetti, che non sono solo delle belle parole. Talvolta ne seguono performance inaspettate, si assiste a tecnologie sorprendenti, rivoluzionari modi di pensare, interagire, lavorare.

Vuoi conoscere il mondo OMG?

Scopri chi siamo attraverso le nostre ricerche, i nostri eventi e il nostro blog.

Conosci il progetto Flying Room?

Scopri le nostre attività o se ne fai già parte accedi con le tue credenziali.

Ti piacerebbe far parte del team?

Siamo aperti alle nuove idee: crea la tua pagina personalizzata e partecipa alle nostre

Biblioteca digitale

Contagious

Why Things Catch On

di
Jonah Berger
Editore:
Simon & Schuster, 2013

<p> Quali sono gli elementi di &quot;contagio&quot; di un messaggio? Quali i contenuti maggiormente condivisi e in base a quali logiche? Il libro di Jonah Berger spiega quali sono i principi che fanno diventare contagiosa e virale un&#39;idea di marketing e mostra una serie di casi aziendali vincenti.</p> <p> Il professore di marketing della Wharton School celebra i sei punti di forza della perfetta campagna virale, senza dimenticare come semplicit&agrave;&nbsp;, non prevedibilit&agrave;&nbsp; e concretezza siano alla base del successo di un prodotto. Per l&#39;esattezza, Berger parla di &quot;stepps&quot;: non&nbsp;&egrave; un errore, ma l&#39;acronimo che contiene le iniziali dei sei elementi che identifica come capaci di portare al contagio: Social Currency, Trigger, Emotion, Public, Pratical Value e Stories.</p> <p> La<em> Social Currency</em>&nbsp;&egrave; la valuta sociale: le persone tendono a condividere ci&ograve; che pu&ograve; dare lustro alla propria immagine. Con il termine <em>Trigger</em> si indica letteralmente un detonatore: se un&#39;idea o un contenuto coinvolgente viene condiviso subito, non&nbsp;&egrave; detto che continui. Viene diffuso solo ci&ograve; che resta impresso. L&#39;<em>Emotion</em> si spiega da s&egrave;: viene condiviso ci&ograve; che suscita interesse o emozione. <em>Public</em> indica la visibilit&agrave; pubblica: ci&ograve; che&nbsp;&egrave; creato per essere mostrato,&nbsp;&egrave; creato per crescere. Il <em>Pratical Value</em>&nbsp;&egrave; il valore concreto: si condivide ci&ograve; che ha un&#39;utilit&agrave;. Qualcosa che oltre a essere emozionale, pubblico, richiamato e autoreferenziale ha un&#39;utilit&agrave; sar&agrave; condiviso con maggiore probabilit&agrave; e frequenza. E infine <em>Stories</em>: per poter avere diffusione le cose non devono essere solo dette ma soprattutto raccontate.</p> <p> Le conclusioni di Berger si fondano su ricerche innovative e sull&#39;analisi di case history significative.</p>

Ti consigliamo anche:

Archivio biblioteca